Benefit : Matte Rescue recensione

Hey hey!

Oggi vi parlo di un prodotto opacizzante, categoria, questa, di articoli che per noi persone dalla pelle mista/grassa sono sempre di aiuto.

Come avrete capito dal titolo è il primer non primer(è, infatti, pubblicizzato come “gel invisibile opacizzante” da affiancare ad uno dei loro primer come POREfessional) formulato da Benefit per contrastare la lucidità che si manifesta durante l’arco della gionata.

confezione

E’ venduto in tubetti di plastica argentata sulla quale è stampata la figura dell’agente “Zero Shine” in tubetti da 50 ml acquistabili da Sephora per il prezzo di € 30,50 , un prezzo che potrebbe sembrare alto(soprattutto se non si è abituati a prodotti di Sephora), ma che, dato il brand e la taglia, secondo me, è ragionevole.

Il prodotto in sè e per sè è un gel leggero dal colore azzurrino infuso con polvere di diamante dalle proprietà opacizzanti.

Il fatto che sia un gel fa in modo che per l’applicazione ne basti davvero poco:si stende, infatti, molto facilmente e copre grandi porzioni di viso.

1

Durante l’applicazione sento la pelle più fresca e pulita e ho notato che, sebbene l’azienda consigli l’applicazione di un altro primer per levigare la grana della pelle e riempire i pori, questo gel fa un discreto lavoro al riguardo.

Ma funziona?

Diciamo che bisogna saperlo imparare a sfruttare per raggiungere i risultati desiderati e non sempre un cliente ha voglia di fare esperimenti come faccio io(ed è per questo motivo che sono qui a condividere i miei segretucci 😉 ).

Inizialmente lo sfruttavo come suggeriva Benefit, ovvero lo applicavo dopo l’idratante e prima del trucco, ottenendo non grandissimi miglioramenti; il mio cervellino poi ha cominciato a immaginare le possibili combinazioni da fare e i diversi utilizzi ed è arrivato al risultato che per me funziona meglio(tenete a mente, però,che la pelle di diverse persone può reagire diversamente e ciò che funziona per me può non funzionare per voi, e viceversa):

-applico un sottile strato sulle zone che tendono a lucidarsi di più picchiettando con i polpastelli(creando, così,anche un effetto più marcato di perfezionamento della grana della pelle),

-aspetto che asciughi e intanto ne mischio un po’ con parte del fondotinta

-applico il fondotinta “corretto” solo sulle zone grasse del mio viso (attenzione a non metterlo su parti secche in quanto tenderà a inaridirle ancora di più e a non farle apparire al meglio) e il resto sulle altre.

Penso che il prodotto sia valido ed utile se si impara ad utilizzarlo e che probabilmente quando finirò la confezione lo ricomprerò, sempre che il prodotto che sto aspettando (piccolo sneak peek )non si riveli il Santo Graal delle pelli grasse come alcune persone affermano e sbaragli il Matte Rescue!

Questi sono i miei pensieri e piccoli trucchi sull’articolo.Spero vi siano stati utili!

Voi avete mai provato questo prodotto?Come vi è sembrato?Avete strane combinazioni, come le mie, che utilizzate?Conoscete altri prodotti per tenere a bada il sebo?Fatevi avanti!

Alla prossima,

N.

P.s. : Dimenticavo:ha un profumo fresco che assomigli a quello del sapone, ma non mi ha fatto venire allergie, reazioni o ha causato nuovi brufoli!

Annunci